Displasia dell'anca

La displasia dell’anca è una malformazione dell’articolazione coxo-femorale che si sviluppa durante la crescita del cane.


La diagnosi precoce -5/6 mesi di età- di displasia dell’anca con radiografia preventiva in occasione del controllo radiologico previsto per i gomiti- consente di adottare misure comportamentali e ambientali che possono ridurre notevolmente il rapido evolvere della patologia. Anche una corretta alimentazione è di fondamentale importanza per il controllo della displasia dell’anca e delle sue conseguenze.


La radiografia ufficiale viene eseguita a 12 mesi di età e permette all’allevatore di programmare l’investimento sulla possibile carriera agonistica del cane


I gradi di displasia dell’anca ( HD) sono 5.

A - nessun segno di displasia

B - sospetta displasia

C - leggera displasia 

D - media displasia

E - grave displasia


Per ottenere un giudizio ufficiale registrato sul pedigree del cane, le radiografie vanno inviate ad una Centrale di Lettura delle malattie scheletriche ereditarie (www.celemasche.it )dove vengono lette e archiviate per almeno 10 anni e di cui il Dott. Piccinini ne fa parte come lettore ufficiale.

Nel caso di un soggetto displasico, l'anamnesi, la visita clinica, le radiografie ma soprattutto l’esperienza sono fondamentali per valutare l’opportunità di un intervento terapeutico di tipo chirurgico o conservativo ; quale tipo di intervento e con quale rapporto costo-beneficio in rapporto non solo all’aspetto economico ma soprattutto in funzione della qualità di vita e dell’attitudine del cane, dell’ambiente in cui vive oltre che delle oggettive aspettative del proprietario.


Share by: